Alle future mamme e ai futuri papà

Il primo giorno dell’anno è come una pagina bianca da scrivere e questo mio primo post del 2019 è dedicato alle future mamme e ai futuri papà. La notte di San Silvestro è come un ponte che ci conduce nel nuovo anno, carichi di buoni propositi, desideri e con la speranza che questi vengano realizzati o che almeno ci appaia una luce che ne disegni la scia per guardare sempre un poco più in là.

Dentro la bolla

Stasera pensavo a quanta bellezza ho portato con me in questo 2019, quella delle persone con cui ho condiviso i miei giorni e di tutte quelle che ho potuto conoscere durante le presentazioni di “Su mamma, prendimi in braccio“. Ogni occasione è stata un’esperienza meravigliosa in cui ho potuto ascoltare molte storie e leggere in tanti sguardi, quelle emozioni che si annodano nella pancia, che scuotono e muovono pensieri, dentro. Di ogni incontro ricordo l’atmosfera avvolgente che ha permesso a tutti di poter condividere i propri pensieri e le proprie sensazioni e a me di raccontare la storia del nostro viaggio, rivivendo la magia di momenti come quello in cui abbiamo immaginato per la prima volta il nostro bambino…dentro una bolla.

Da quel momento iniziammo a cullare il nostro desiderio dentro al cuore.

Tempo per cullare

Il mio augurio per voi, futuri mamma e papà, è quello di concedervi tempo per cullare quel sentimento d’amore che sta nascendo nel vostro cuore, per nutrire quel legame che già si sta stringendo con quel bambino, nato figlio, nato altrove, che immaginate, che desiderate abbracciare e di cui giorno dopo giorno vi sentite sempre un po’ di più mamma e papà.

Di quei momenti nulla si dimentica, in quei momenti si inizia a concepire, a nascere nel viaggio che ci renderà nuovi, altri, nuovamente noi stessi, così più vivi. Non finirà lì, quando si desiderano dei figli. Perché i figli sono capaci di terminarti e rinnovarti più volte nel tempo e riescono a imporsi, a invaderti sino a che proprio loro diventano unici a te e unicamente tuoi. Loro sanno nascerti dentro e ti fanno loro crescendo nonostante tutte le limitazioni che incontrano in te.

(Su mamma, prendimi in braccio – Prefazione di Anna Guerrieri)

Buon viaggio!

Buon 2019 a tutti, ai futuri genitori, alle famiglie già nate e a tutti i bambini perché il loro benessere sia sempre al primo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *