“Su mamma, prendimi in braccio” a Torino

Lunedì 2 luglio presenterò il libro nella mia città e sono molto emozionata. Ti racconterò una storia, vieni a sentirla anche tu?

L’incontro si svolgerà alle 19.30 presso il Centro Libenter di via Santa Chiara 52 a Torino.

“Su mamma, prendimi in braccio”, diario di un’adozione e molto altro

Il libro è stato pubblicato per la Collana Genitori si diventa – Edizioni ETS che sul sito internet descrive il libro con queste parole:

Questo libro racconta un desiderio, un amore, una trasformazione, narra dei “lavori in corso” di una giovane famiglia che sceglie di amare un figlio sconosciuto ma già tanto vivo e forte, forse, sin da prima di essere immaginato. Giorno dopo giorno, pagina dopo pagina, ci porta alla scoperta di quali siano le “stelle assenti”, le direzioni nascoste da seguire, cui abbandonarsi per lasciare spazio alla vita senza pretendere di poterla controllare.

E’ una storia autobiografica che racconta del nostro viaggio di famiglia, da quando mio marito ed io abbiamo desiderato un figlio a quando lo abbiamo incontrato, diventando genitori all’improvviso. Nelle pagine di questa storia prendono voce tante emozioni e sensazioni diverse che hanno attraversato le nostre vite, da quando abbiamo scoperto di non poter aver figli di pancia a quando abbiamo intrapreso il cammino dell’adozione, che inizia e non finisce mai.

Le tappe del viaggio

Nel libro racconto dei sentimenti contrastanti che hanno segnato il nostro cammino, quelli più razionali e quelli di pancia, più faticosi da riconoscere. Ho scritto dei diversi momenti che abbiamo vissuto; prima la diagnosi e quel dolore vissuto ognuno per sé, nella solitudine del nostro cuore, fino a ritrovarsi. Poi, la nascita del pensiero adottivo avvenuto in momenti diversi e il cammino condiviso per conoscere, capire e iniziare insieme a costruire un nuovo progetto di vita. Così, il viaggio ha proseguito con i primi passi nell’adozione, dalla dichiarazione di disponibilità al Tribunale dei Minori, agli incontri con la psicologa e l’assistente sociale fino all’idoneità. Poi l’attesa fino al giorno in cui siamo diventati genitori all’improvviso e finalmente l’incontro con il figlio che abbiamo tanto desiderato. Piccolo, piccolissimo, con i ricci così perfetti da sembrare disegnati, i tratti del viso arrotondati, lo sguardo profondo, la pelle morbida di color marrone lucente.

Un libro per le coppie che vogliono adottare

Ho scritto questo libro pensando alle coppie che si stanno avvicinando all’adozione e a quelle che hanno già intrapreso questo viaggio. Pensando a queste famiglie ho voluto dare spazio a contributi esperti che offrissero spunti di riflessione. All’interno ci sono la prefazione di Anna Guerrieri, due schede intervista psicologiche realizzate grazie alla dott.ssa Corrias e al dott. Marchianò, un’appendice legale curata dall’ Avv. Heidi Barbara Heilegger che inquadra giuridicamente l’adozione nazionale e una più narrativa, redatta dall’associazione Galline Volanti, con alcuni consigli di lettura per genitori e figli da 0 a 6 anni. 

Per saperne di più, leggi la pagina di questo blog dedicata al libro e una recensione pubblicata recentemente sul sito dell’associazione Genitori si Diventa. Sul sito della casa editrice puoi scaricare l’anteprima pdf per avere un assaggio e poi acquistarlo 😉 .

Se hai già letto “Su mamma, prendimi in braccio”, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi. Scrivimi la tua recensione nei commenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *